Le mie matite per sopracciglia

_dsc9756

Oggi parliamo di matite per sopracciglia.

Ammetto che è forse un paio d’anni che ho iniziato a sistemarmi le sopracciglia come Dio comanda, grazie al boom che i prodotti per questa parte del viso hanno avuto negli ultimi tempi. Specifico, le ho sempre spinzettate per tenere sotto controllo la forma ma non avevo l’abitudine di usare prodotti specifici per il trucco.

Ora utilizzo diverse matite per definirne meglio la linea e riempire alcuni buchetti, soprattutto nel sopracciglio sinistro, e ho pensato di condividere con voi alcuni pensieri in merito.

Innanzitutto una premessa: delle mie attuali cinque matite in uso, solo una è specifica mentre le altre sono comunissime matite marroni per occhi. La spiegazione di base è semplice e poco fashion: quelle matite se ne stavano inutilizzate nell’armadio perchè per un motivo o per l’altro non riuscivo a usarle sugli occhi (colore poco visibile, mina poco scrivente).
Utilizzandole ho però scoperto che dopotutto questo loro utilizzo di riserva aveva i suoi vantaggi: mi permette di avere una gamma cromatica che si adatta a tutte le stagioni e agli eventuali cambi di colore dei capelli, o ancora che si armonizza meglio col resto del make up che decido di giorno in giorno di applicare.

dsc_5304

1 – Wet’n’wild – eyebrow pencil n.3: è l’unica ‘vera’ matita per sopracciglia, di conseguenza ha un tratto ceroso e più resistente. E’ anche la più scura che ho perchè l’avevo comprata quando avevo fatto i capelli neri e all’epoca il brand non era ancora così conosciuto in Italia (sì, è vecchia ma ancora perfettamente funzionante).

2 – Avon – kajal: non è più in produzione ma è stato un prodotto importante, erano matite kajal singole (come questa) o a doppia punta e io usavo kili di kajal nero. Questa è stata un esperimento, è bronzata, ma sulla palpebra e nella rima interna scriveva veramente poco. Essendo bronzata ha dei riflessi chiari e quindi l’ha utilizzo maggiormente in estate quando mi si schiariscono naturalmente i capelli. Non è particolarmente resistente.

3 – Project (Upim) – eye pencil: il brand non credo esista più, era venduto all’Upim. Anche questa matita è bronzata ma il tratto è più intenso e resistente rispetto a quella Avon quindi la utilizzo un po’ tutto l’anno. Dona un effetto tutto sommato naturale alle sopracciglia, applicata non si nota molto l’effetto ‘luccicante’.

4 – L’Oreal – Contour khol eyes n.133: altro prodotto non più esistente (credo), mi era stato regalato ma non l’avevo mai usato perchè sulla palpebra scrive zero. E’ un marrone di media tonalità lievemente metallizzato e la mina piuttosto dura lo rende perfetto per le sopracciglia. Resiste bene e l’effetto è naturale.

5 – Sephora – crayon yeux: era parte di una mega palette Sephora, insieme al altre matite occhi. E’ un marrone scuro, nettamente più caldo del Wet’n’wild, totalmente opaco. Ha una discreta resistenza e la utilizzo soprattutto d’inverno o in trucchi che richiedono un maggiore grafismo delle sopracciglia.

Ditemi, vi capita di usare matite occhi sulle sopracciglia? o vi affidate solo ai prodotti specifici? Aspetto di leggere le vostre opinioni nei commenti🙂

Wet’n’wild – H2O Proof liquid eyeliner

_dsc9747

Sicuramente conoscete tutte il brand Wet’n’wild, noto soprattutto per i suoi rossetti a lunga tenuta e spesso dupe di altri prodotti più famosi. Tuttavia il marchio ha molto da offrire, come per esempio in tema di eyeliner.

Oggi vi recensisco l’ H2O Proof liquid eyeliner, un eyeliner liquido waterproof che è davvero una bomba.

Si presenta con una forma tipica, la boccettina alla base col prodotto in forma liquida e il tappo che altro non è che il pennellino con punta di feltro.

_dsc9748

Io ho scelto la versione nera (ultra black) e mi trovo molto bene: la stesura è fluida e una volta asciutto è davvero waterproof. L’ho testato in tutte le condizioni, dal mare alla piscina, dalle giornate con temperature torride a ‘semplici’ giornate impegnate trascorse fuori casa e questo eyeliner si è rivelato formidabile, un vero e prezioso alleato.

L’unica raccomandazione che mi sento di farvi è di avere cura di lasciarlo asciugare bene sulla palpebra, onde evitare di trovarvelo stampato sulla parte superiore dell’occhio. Essendo liquido ci mette un minutino circa ma vale la pena aspettare.

dsc_5302

L’inci l’ho recuperato dal sito perchè era stampato sulla scatoletta esterna di imballaggio e l’ho buttata senza fotografarla😄

Isododecane, Trimethylsiloxysilicate, Trimethylpentanediol/Adipic Acid/Glycerin Crosspolymer , C11-12 Isoparaffin, Polypropylsilsesquioxane, C8-9 Isoparaffin, Trihydroxystearin, Silica Dimethyl Silylate, Phenoxyethanol, Sorbic Acid, Tocopherol, Black 2/CI 77266 

Contiene 5 ml di prodotto ed è disponibile in quattro varianti di colore: ultra black (il mio), black-brown, smoky e espresso, ad un prezzo di 3,50€.
Avete mai utilizzato questo eyeliner o altri di Wet’n’wild?  🙂

TAG: Parla di…

Oggi mi dedico a un nuovo tag, uno di quelli un po’ più particolari… ringrazio Bloody Ivy che mi ha nominata e inizio subito.

Parla…

  • delle 3 canzoni che hanno maggiormente influenzato le tue storie e il perché
  • 3 delle storie che ti hanno maggiormente colpito da piccolo
  • delle 3 immagini che ti hanno aiutato a scrivere ispirandoti o altro

Immagino che debba rispondere riferendomi alle ispirazioni che governano i miei post, o perlomeno questo è quello che ho capito😄

Risultati immagini per classical music

3 canzoni

1 . La musica classica, specie se con il pianoforte. La trovo rilassante e in una certa misura mi fa concentrare.

2 . Il silenzio. Per lo stesso motivo sopra, se ascolto qualcosa che abbia le parole non riesco a concentrarmi, quindi anche il silenzio per me è ottimo e produttivo.

3 . Canzoni legate a un ricordo. Tutto può essere fonte di ispirazione ma i ricordi a volte lo sono più di altre cose. Ascoltare canzoni che mi riportano a un avvenimento o a una persona particolare può essere d’aiuto a trovare nuove idee.

Risultati immagini per magic

3 storie

1 . Hansel e Gretel. Mi piaceva l’idea che da qualche parte ci fosse una casetta tutta ma mangiare, golosa come sono! Però la strega che si mangiava i bambini non era una cosa così allettante.

2 . Le storie che parlavano di magia. Ho sempre avuto una passione per la magia e il mistero, passione che poi si è evoluta portandomi a divorare qualsiasi cosa parli di occulto, oltretomba et similia.

3 . La bella addormentata nel bosco. Il romanticismo che si celava dietro la promessa del risveglio unicamente col bacio del vero amore è innegabile. Anche se col senno di poi mi sono un po’ ricreduta😄

polyvore

3 immagini

1 . I composit delle riviste di moda. Su molti giornali di moda si trovano pagine dedicate a un argomento in particolare, che riuniscono abiti, accessori, libri uniti da un fil rouge. A volte prendo anch’io ispirazione e ricollego ad essi altri oggetti.

2 . I set di Polyvore. Uso questo sito per creare immagini da postare ma spesso dò un occhio ai numerosi set che propone in orima pagina: qualche buona idea si tira spesso fuori anche da lì!

3 . La mia camera. Spero valga, dato che la maggior parte dei post prende forma guardandomi in giro in camera, cercando i prodotti da recensire.

E voi come trovate l’ispirazione?? raccontatemelo nei commenti🙂

 

Immagine

Yes or No?

asos

Era da tanto che non pubblicavo la rubrica Yes or No? e quindi è giusto tornare col botto! [inserire risata malefica]

Oggi vi propongo un paio di deliziose scarpette targate Asos e sono sicura le a-d-o-r-e-r-e-t-e! Si tratta di sabot, sandali senza chiusura posteriore, con doppia fascia frontale, tacco alto e spesso e niente plateau.

Peccato che i fascioni siano ricoperti di ecopelliccia azzurro cielo, la soletta presenti disegni geometrici e il tacco sia un sobrissimo 12 cm block heel tempestato di glitter rosa.

Mi sentivo un po’ in colpa a far ricadere questo obbrobrio in questa rubrica, perchè sono convinta che sia un NO grosso come una casa, ma se avete argomenti a favore del SI vi prego di illustrarmeli, vi ascolto…

Nel caso, si chiamano Head Turner (…), costano € 59,99 e li trovate qui.

TAG: Cosmesi naturale

Risultati immagini per cosmesi naturale

Altro giro altro tag! Anche questa volta ringrazio Franci che mi ha pensata🙂

Le regole per partecipare sono le seguenti:

  • Citare il blog che ha ideato il tag (Estebeauty);
  • Ringraziare il blog che vi ha nominato;
  • Invitare 7 blogger ed avvisarle.

Ed ecco le domande:

1 . Sai cos’è la Cosmesi Eco-Bio o Naturale? Se sì, definisci questo concetto con massimo due righe di testo.

Si tratta di prodotti che al loro interno contengono ingredienti naturali, non chimici e non pericolosi per la salute, nonchè provenienti da agricoltura biologica.

2 . Hai mai sentito parlare di “INCI”? Se sì, sapresti dirmi brevemente di cosa si tratta?

E’ la lista degli ingredienti di un prodotto.

3 . Utilizzi cosmetici naturali? Indipendentemente dall’esito della tua risposta, potresti dirmi il motivo per cui lo fai o non lo fai?

Dipende, per la skincare cerco di privilegiare prodotti che non contengano troppe schifezze, visto che devono restare a contatto con la pelle per lungo tempo. Per il make up invece non ci faccio caso più di tanto, preferisco guardare alla performance.

4 . Dove acquisti principalmente i tuoi prodotti cosmetici come creme, maschere e prodotti make-up? (Es. online, farmacia, negozio, supermercato)

Principalmente nei negozi, profumerie o grande distribuzione.

5 . Se ne hai una, qual è la tua marca cosmetica Eco-Bio preferita? In alternativa, qual è in generale la tua marca cosmetica preferita? (Es. Garnier, L’Orèal, Pupa, Catrice )

Mi piace cambiare, non ho una vera e propria marca preferita, dipende dalla tipologia di prodotto (per esempio per gli ombretti Sleek, per le labbra Kiko,..)

6 . Se usi Cosmetici Naturali, grazie a chi lo fai? (Es. YouTube, amiche, parenti)

Grazie alle review delle blogger che seguo, la maggior parte delle quali non sono famosissime e perciò mi ispirano fiducia.

7 . Solo per chi NON conosce il mondo del Bio: sei interessata ad approfondire questo argomento o non ti interessa?

Lo conosco parzialmente: credo che ci sia sempre da imparare qualcosa.

8 . Solo per chi conosce il mondo Bio: torneresti mai indietro, utilizzando cosmetici siliconici e con ingredienti dannosi?

Come detto prima, lo conosco solo in parte. Per la skincare tendo a proseguire per la strada moderatamente bio che ho intrapreso!

Come sempre, non taggo nessuna ma fatemi sapere nei commenti cosa pensate del mondo ecobio! Aspetto di leggere le vostre risposte🙂

Erborian – Bamboo shot mask

_dsc9564-copia

Oggi vi recensisco una delle tante maschere viso che ho provato ultimamente (sono la mia droga!). E’ di Erborian ed è il primo prodotto che provo di questa marca, disponibile nei negozi Sephora.

La Bamboo Shot Mask di Erborian è una maschera in tessuto che promette un effetto rimpolpante e rinfrescante grazie al complesso Bamboo Waterlock: la sua struttura di fibre lisce di cellulosa aiuto a far penetrare meglio gli attivi contenuti nel siero che impregna la maschera.

La maschera è molto imbevuta di siero ma una volta applicata rimane abbastanza ben ancorata alla pelle, anche se sconsiglierei muoversi troppo onde evitarne la caduta.

dsc_5224

L’ho lasciata in posa per 15 minuti, forse 20, poi l’ho rimossa e ho picchiettato il siero rimasto sulla pelle, come spiegato nelle istruzioni presenti sul retro della bustina.

La sensazione di freschezza è ben evidente dal primo momento di applicazione, permane durante tutto il tempo di posa e si sente un pochino anche dopo averla rimossa. Per quanto riguarda l’effetto rimpolpante non posso pronunciarmi perchè la mia pelle non presentava particolari problemi in questo senso.

_dsc9577-copia

Una nota negativa riguarda i buchi pretagliati degli occhi e bocca, secondo me non molto ben distanziati: la parte esterna dell’occhio risultava al limite della maschera, anzi la toccava, e questo mi ha prodotto un pochettino di fastidio dato dal siero entrato in contatto con quest’area delicata del viso. La bocca invece presentava un’ampiezza fin troppo esagerata, costringendo a fare delle pieghe sul mento.

Per chi fosse interessato, ecco l’inci:

_dsc9571

Avete provato dei prodotti Erborian? li conoscete?🙂

Guest review: Sephora – Rose face mask

Anche oggi Michela ci dirà la sua su una maschera di Sephora.. venite con me e scoprirete di cosa si tratta!

sephora rose 2

E’ una maschera di Sephora in tessuto effetto seconda pelle, che aderisce perfettamente alla pelle permettendo un migliore assorbimento degli attivi.

Al suo interno è contenuto l’estratto naturale di rosa, che idrata intensamente e rimpolpa, oltre ad illuminare e rinfrescare la pelle.

sephora rose 1

[io mi chiedo perchè nelle mie foto con le maschere sembro un mostro e lei invece esce così bene. Misteri.]

Michela parla così di questo prodotto: “Ha un’ampia superficie molto sottile che permette di applicarla al meglio. E’ piacevole in estate perchè rinfresca parecchio.

L’ho lasciata in posa 15 minuti come da istruzioni sulla confezione e, una volta rimossa, ho massaggiato il siero che rimaneva sul viso per completare il rituale di bellezza. Piacevole sì, ma non ho riscontrato effetti visibili sul tono o comunque sull’aspetto generale della pelle.

Ecco l’inci:

sephora rose 3 - Copia

E’ disponibile in tutti i negozi Sephora a 3,90€.

Avete mai utilizzato questa o altre maschere Sephora?🙂